I 4 elementi e la matematica

Premetto che la mia conoscenza dei NUMERI fa parte soltanto della preparazione come ottico-optometrista….. ūüôĀ¬† Sto tentando, vediamo se sar√† possibile, di fare conoscenza con gli algoritmi. I vostri commenti saranno graditissimi.paolo zellini

A pag.168 dal volume del prof.Paolo Zellini –¬† Vi √® implicita la richiesta di una nuova consapevolezza delle finalit√† della matematica. La scienza della matematica deve potersi orientare in due versi opposti: dal concreto all’astratto, ma anche dall’astratto al concreto, ed √® perlomeno incerto quale dei due versi risponda meglio alla sua pi√Ļ segreta inclinazione.Infatti almeno quattro linee di ricerca fanno pensare all’estrema all’estrema attenzione che i matematici hanno dedicato, nei secoli, alla relazione che le loro teorie intrattengono con il mondo reale, sia esso matematico o invisibile: 1- la dottrina dei numeri-punti dei pitagorici e degli atomisti antichi. 2- la fisica matematica. 3- la teoria dei numeri reali e 4- la successiva scienza del calcolo basata sul concetto di algoritmo. Come osservava Giuseppe Peano, la finalit√† della matematica consiste in buona misura nel calcolare le cifre dei numeri che sono soluzioni delle equazioniche simulano i pi√Ļ diversi fenomeni della natura:” Lo scopo della Matematica √® di determinare il valore numerico delle incognite che si presentano nei problemi pratici.Mafalda_zero

“Matematica dappertutto” 1 Bruno D’AMORE.

“Leggere, capire, inventare la Matematica”, Bruno D’Amore

La richiesta che la soluzione di un’equazione esista e sia unica, e che il problema sia ben posto, √® conforme a una concezione classica della fisica matematica, dominata dal presupposto che un’evento fisico si evolve in modo stabile e determinato, una volta fissate¬† le condizioni iniziali o al contorno. La visione di Laplace della possibilit√† di calcolare tutto il futuro del mondo fisico in base a un insieme esauriente di dati sullo stato attuale √® una espressione estrema di questo orientamento. Tuttavia questo ideale razionale di determinismo matematico basato sull’idea di causa-effetto, sub√¨ una graduale erosione nel confronto con la realt√† fisica. I fenomeni non-lineari, la teoria quantistica e l’avvento dei potenti metodi numerici hanno mostrato che i problemi ” ben posti ” sono ben lungi dall’essere i soli a riflettere i fenomeni reali.

La teoria del caos e i sistemi complessi, Il caos deterministico e l’effetto farfalla

4 elementi8

Le ricerche sul simbolismo archetipico dei 4 elementi ( terracquariafuoco) realizzate da C.G. Jung e G. Bachelard permettono un approccio di straordinario interesse per l’identit√† delle persone. Ognuno di noi ha dentro di s√®, contemporaneamente, in proporzioni diverse, i 4 elementi esistenti in Natura. Elementi che non sono isolati, ma coesistono, nutrendosi ed equilbrandosi fra di loro: nelle loro differenti forme ed espressioni si perdono l’uno nell’altro per creare connessioni vitali e poi tornare a se stessi in un continuo gioco di condivisione¬† e di identit√†. Esiste la possibilit√† di scoprire se esiste un elemento inibito per poi integrarlo in modo armonico alla totalit√†.

carl gustav jungCarl Gustav Jung :¬† L’uomo merita che egli si occupi di se stesso e nell’anima sua ha quel tanto che basta a cavarne qualcosa. Le domande dell’anima sono: chi sono io? qual’√® il mio destino? Come devo comportarmi in questa circostanza? Le domande della ragione sono: Cos’√® l’essere? – le cose?¬† Perch√®?¬† Ci sono ragioni del cuore, c’√® un ordine del cuore che la ragione ancora non conosce. L’anima √® un attitudine ad agire. Prendendo contatto con il legame che esiste tra la mia esperienza e ci√≤ che accade all’esterno e che influisce sui miei organi di senso non tratto questo legame come se fosse ovvio, bens√¨ come qualcosa di misterioso che richiede molta attenzione.mafalda 22

¬†Il sapere dell’anima √® un esercizio di accordi e vibrazioni in un ordine musicale. Se ascoltiamo la musica con l’anima l’io interiore si risveglia. Se il cuore fa da mediatore¬†i sentimenti e le emozioni hanno l’intensit√† giusta perch√® stanno in connessione con il sistema organico.

 vado un attimoThe history of our world in 18 minutes | David Christian

Why our IQ levels are higher than our grandparents’ | James Flynn

smile3

Genetic algorithms Рevolution of a 2D car in Unity  

Non √® finita qui……..¬†